UPM Raflatac Ocean Action

La scelta dell'etichetta ha il potere di contrastare l'inquinamento da plastica dell'oceano.

 

Il problema della plastica nell'oceano è reale. Richiede l'attenzione dei consumatori, dei marchi e dell'intera umanità. Oggi, solo il 10% circa degli scarti di plastica viene riciclato a livello globale, mentre il resto finisce in discariche e inceneritori o viene riversato nella natura o nell'oceano*. Il mondo ha disperatamente bisogno di diversi modi per riutilizzare gli scarti di plastica post-consumo. 

La soluzione che proponiamo è l'etichetta Ocean Action, realizzata in plastica oceanica con l'approccio del bilanciamento di massa. 

 

L'etichetta della confezione può contribuire a bloccare il problema della plastica oceanica sul nascere

La plastica oceanica è costituita dagli scarti di plastica che "rischiano di finire nell'oceano" e si stima che generi l'80% dei rifiuti di plastica marini*. UPM Raflatac è la prima azienda a offrire un prodotto che utilizza la plastica oceanica come materiale per le etichette, con l'obiettivo di creare domanda per il recupero degli scarti di plastica prima che inquinino i nostri oceani. Realizzata in plastica oceanica, l'etichetta Ocean Action è disponibile in film C-PCR bianco e trasparente certificato ISCC PLUS (approccio del bilanciamento di massa). 

I dati sono impressionanti*

    • Ogni giorno nei nostri oceani viene riversata un'enorme quantità di scarti di plastica.
    • Tale quantità si traduce in circa 13 milioni di tonnellate di plastica all'anno, con un aumento di oltre il 5% ogni anno.
    • Per avere un'idea più chiara, si tratta di un camion dei rifiuti pieno di scarti di plastica ogni minuto.
    • Se questo trend continua, entro il 2050 negli oceani sarà presente più plastica che fauna ittica.
    • Abbiamo la possibilità di bloccare il problema della plastica oceanica sul nascere. 
 
 
 

Considerando che l'oceano occupa circa il 71% della superficie terrestre, proteggerlo è fondamentale per la salvaguardia di tutti gli ecosistemi, della natura e dell'intero pianeta. 

 
Con una tale percentuale, sarebbe più opportuno chiamare la Terra "Oceano".
Arthur C. Clarke
 

Scegliendo l'etichetta Ocean Action, il tuo prodotto può contribuire a salvare i nostri oceani. Agisci per salvaguardare gli oceani del nostro pianeta. Dai slancio al cambiamento. Ferma la dispersione.

 
 

Che cos'è la plastica oceanica?

La plastica oceanica è costituita da "scarti di plastica abbandonati" di ogni dimensione situati nel raggio di 50 km dalle coste in comunità o aree in cui la gestione degli scarti è inesistente o inefficiente. In località del genere, gli scarti di plastica non vengono raccolti correttamente, bensì vengono abbandonati nell'ambiente, per poi essere trasportati nell'oceano da pioggia, vento, maree, corsi dei fiumi o inondazioni. La plastica oceanica è composta da scarti che potrebbero danneggiare l'oceano e la vita marina, finendo poi sui nostri piatti attraverso le catene alimentari marine. 

 

Perché scegliere l'etichetta Ocean Action, realizzata con scarti di plastica oceanica?

    • Grazie al riciclo chimico, vanta proprietà identiche a quelle del film PP standard.
    • L'etichetta è una semplice soluzione drop-in, che non richiede ulteriori regolazioni del processo.
    • È adatta per applicazioni complesse, quali settore alimentare e cosmetica
    • Consente ai marchi di aumentare la percentuale di materiale riciclato nella confezione, evitando al contempo l'uso di materie prime vergini fossili.
    • È preziosa per contribuire a eliminare l'inquinamento dell'oceano riducendo gli scarti di plastica oceanica.
    • L'etichetta OBP è disponibile come film in PP top coated bianco e trasparente.
    • L'etichetta è certificata ISCC utilizzando l'approccio del bilanciamento di massa. 
 

Produzione di etichette in plastica oceanica 
- Dalle coste asiatiche agli scaffali 

Le etichette in plastica oceanica sono realizzate in plastica riciclata chimicamente. Il riciclo chimico consente di riutilizzare la plastica di scarsa qualità che altrimenti finirebbe nelle discariche. Si tratta di un processo prezioso per garantire una nuova vita agli scarti di plastica, con qualità identiche a quelle della plastica vergine. 

 

Collaborazione per la circolarità

La collaborazione nell'intera catena del valore è forse l'azione più determinante per trasformare un'economia circolare in realtà. Con l'aiuto di strumenti quali il Material Circularity Indicator (MCI), sviluppato congiuntamente dalla Ellen MacArthur Foundation (EMF) e dalla Granta Design, è possibile dimostrare che grazie a questa etichetta la tua confezione può chiudere il cerchio.

Innovazioni collaborative come questa spianano la strada a un pianeta più pulito e vivibile. 

 
 

Pronti per ordinare?

Vendiamo bobine e fogli a stampatori di etichette in tutto il mondo. Scoprite come ordinare i materiali per le etichette qui di seguito. 

Non siete stampatori? I nostri frontali, adesivi e supporti sono selezionati per soddisfare le esigenze di etichettatura del vostro marchio prima di essere assemblati in prodotti di etichettatura. Rivolgetevi ai nostri esperti per ricevere consigli su misura sulla giusta combinazione di materiali per le etichette. Inoltre, possiamo aiutarvi a consigliare questi materiali agli stampatori.

 
 
 
 
 
 

Dai slancio
anche tu al cambiamento

Il mondo ha bisogno di soluzioni di etichettatura più sostenibili. Ogni scelta sostenuta da produttori e marchi ha il potere di cambiare il futuro del nostro pianeta. 

Dai slancio al cambiamento: fai questo passo, chiudi il cerchio. 

Passa alle soluzioni di etichettatura sostenibili