Approvvigionamento responsabile

Approvvigionamento responsabile delle etichette autoadesive | UPM Raflatac

UPM Raflatac ha identificato le materie prime come una delle principali fonti del suo impatto ambientale, e ha pertanto individuato l’approvvigionamento responsabile come una delle sue massime priorità. Con oltre 5.000 fornitori in circa 60 paesi, per UPM la collaborazione con i medesimi è essenziale lungo il percorso verso un futuro più sostenibile.   

Rispetto della responsabilità ambientale, sociale ed economica tramite requisiti sistematici

La trasparenza e la sistematicità dei requisiti sui fornitori sono la base del processo UPM di selezione e valutazione delle prestazioni dei medesimi. Tali requisiti definiscono le aspettative di UPM in termini di pratiche di approvvigionamento etico, inclusi gli aspetti economici, sociali e ambientali. Tramite tali attività, UPM è all'altezza dei suoi valori e assume le proprie responsabilità a livello globale per questioni quali efficienza delle risorse, diritti umani e diritto del lavoro. 

La collaborazione è la chiave per un approvvigionamento responsabile

UPM seleziona attentamente fornitori che agiscono in modo responsabile e si impegna a fondo per aiutarli a migliorare le loro prestazioni e le loro attività. Essa punta a creare in collaborazione soluzioni sostenibili, e dato che le etichette sono importanti UPM desidera che ogni parte di materia prima conti.

Per ispirare i fornitori a impegnarsi per la sostenibilità e l’approvvigionamento responsabile, UPM ha istituito i premi Label Life Award, con i quali riconosce i fornitori le cui iniziative per la sostenibilità promuovono pratiche ottimali nel campo dell’approvvigionamento responsabile. Il concetto incoraggia inoltre la condivisione delle idee fra i fornitori.

L’approvvigionamento responsabile si concentra sulle materie prime

L’approvvigionamento responsabile comincia focalizzandosi sul primo anello della catena del valore, vale a dire le materie prime. UPM si è posta obiettivi ambiziosi per l’approvvigionamento responsabile: entro il 2030 essa punta ad avere il 100% della spesa per materie prime qualificate a fronte del Codice di condotta per i fornitori UPM.

Per quanto concerne la carta, l’obiettivo consiste nell’ottenere la fibra di legno al 100% da fonti certificate. UPM tiene traccia già oggi delle specie arboree e dei Paesi di origine, per soddisfare i requisiti del Regolamento Legno UE e della Legge Lacey degli Stati Uniti.

Essa è inoltre costantemente alla ricerca di opzioni sostenibili e innovazioni dei prodotti nei settori dei film, degli adesivi e dei siliconi. Fra gli esempi di tali soluzioni per la sostenibilità figurano i film a base biologica e i materiali leggeri. 

L’approvvigionamento responsabile delle etichette in azione

L’approvvigionamento delle materie prime richiede un impegno costante e processi rigorosi. Per garantire la sostenibilità della catena di valore, sono necessarie azioni da parte di produttori di etichette autoadesive, stampatori e titolari di marchi. Il processo di UPM Raflatac consiste in sei sezioni principali:

  • Conformità interna tramite il Codice di condotta e le linee guida per l’approvvigionamento responsabile 
  • Requisiti trasparenti sui fornitori tramite il Codice di condotta per i fornitori e i collaboratori terzi di UPM 
  • Valutazioni sistematiche dei rischi basate su indagini e controlli, nonché sull’identificazione dei rischi elevati, come, ad esempio 
  • Indagini sulla responsabilità, la sicurezza dei prodotti e l’origine delle fibre 
  • Un’attenzione costante per i fornitori, con controlli, classifiche e feedback 
  • La creazione di valore tramite il supporto alle aziende, le attività di collaborazione e i premi Label Life Award.

 Novità sostenibilità

 

 

Friedrich Bläuel: Migliora il livello di sostenibilità con RafCycle®http://www.upmraflatac.com/emea/it/news/details/friedrich-blauel-raising-sustainability-level-with-rafcycle-2018-1Friedrich Bläuel: Migliora il livello di sostenibilità con RafCycle®17/07/2018 13:00:00
UPM Raflatac lancia le versioni sostenibili RAFNXT+ dei propri materiali per etichette a stampa termica privi di BPA per i settori della vendita al dettaglio, degli alimenti e della logisticahttp://www.upmraflatac.com/emea/it/news/details/upm-raflatac-launches-sustainable-rafnxt-versions-of-its-bpafree-thermal-label-materials-2018-3UPM Raflatac lancia le versioni sostenibili RAFNXT+ dei propri materiali per etichette a stampa termica privi di BPA per i settori della vendita al dettaglio, degli alimenti e della logistica26/06/2018 07:00:00
UPM Raflatac continua a mantenere la promessa del brand, ovvero "etichette per un futuro più intelligente", garantendo che la sostenibilità diverrà presto uno standardhttp://www.upmraflatac.com/emea/it/news/details/upm-raflatac-continues-to-live-up-to-its-promise-of-labeling-a-smarter-future-by-ensuring-sustainability-will-soon-come-as-standard-2018-3UPM Raflatac continua a mantenere la promessa del brand, ovvero "etichette per un futuro più intelligente", garantendo che la sostenibilità diverrà presto uno standard14/06/2018 07:00:00