Sostenibilità delle soluzioni di etichettatura

Soluzioni di etichettatura sostenibile | UPM Raflatac
La storia di UPM Raflatac inizia nei primi anni ‘70 con una vera prima industriale, vale a dire un adesivo senza solventi. Da allora UPM ha vissuto una lunga storia di sviluppo di prodotti e soluzioni di etichettatura che offrono vantaggi ambientali reali. Oggi essa non si limita a fornire a stampatori, titolari di marchi e aziende di imballaggio prodotti sostenibili, ma offre loro anche soluzioni di etichettature olistiche e sostenibili. UPM opera per contribuire a mitigare il loro impatto ambientale in tutta la catena di valore delle etichette, in ogni loro scelta.

​Ecodesign, punto di partenza per soluzioni sostenibili

Per creare soluzioni di etichettatura sostenibile, UPM parte dal suo approccio di ecodesign. L’ecodesign viene utilizzato per compiere scelte di progettazione che tengano conto di ogni fase del ciclo di vita, compresi le scelte relative alle materie prime, la produzione delle etichette, il trasporto, la stampa, la dispensazione e il termine della vita utile.

UPM collabora strettamente con tutte le parti coinvolte nella catena di valore, inclusi fornitori, trasformatori e titolari di marchi. Tali collaborazioni mirano inoltre a fornire alle diverse parti una comprensione completa e integrata dell’intero ciclo di vita delle etichette e delle possibilità di migliorarlo. Le soluzioni di etichettatura UPM, frutto di ecodesign, aiutano ad esempio i partner a compiere scelte sostenibili per i loro imballaggi incrementando l'impiego di materiali rinnovabili nella progettazione di tali imballaggi, migliorando la riciclabilità dei medesimi e riducendo gli scarti di produzione tramite la scelta di etichette ottimizzate sotto il profilo delle risorse, che riducono inoltre la necessità di materie prime.
Horizontal divider