La sostenibilità in azione

UPM Raflatac punta a rendere le etichette un elemento visibile e sostenibile del ciclo di vita di tutti i prodotti. Le etichette contano, e consentono di osservare la sostenibilità in azione. ​

Horizontal divider

 

 

Gettiamo le basi dell'etichettatura sostenibile di vini, alcolici e bevande artigianalihttp://www.upmraflatac.com/emea/it/news/details/leading-the-way-in-sustainable-labeling-of-wine-spirits-and-craft-beverage-2018-3Gettiamo le basi dell'etichettatura sostenibile di vini, alcolici e bevande artigianali<p>Negli ultimi anni, i settori di vini, alcolici e bevande artigianali hanno continuato a migliorare la sostenibilità aumentando l'utilizzo di etichette certificate ricavate da foreste gestite in modo responsabile. I frontali in carta certificati stanno rapidamente diventando la norma piuttosto che l'eccezione e UPM Raflatac supporta il settore ampliando continuamente la sua gamma di prodotti ecocompatibili pensati per soddisfare questa crescente esigenza.</p><p> <img src="http://assets.upmraflatac.com/News%20images/2018/sustainable-wsc-labeling.jpg" alt="" style="margin:5px;" /> </p><p>L'utilizzo di materie prime provenienti da fonti sostenibili è sempre il primo passo nel nostro processo di design e sostenibilità. UPM Raflatac intende ampliare la gamma di frontali certificati per il segmento di vini, alcolici e bevande artigianali per consentire ai nostri clienti - trasformatori di etichette e titolari di marchi - di fare scelte sostenibili per un futuro più intelligente. <br> <br>Attualmente, oltre il 75% dei materiali di etichettatura utilizzati per applicazioni di vini, alcolici e bevande artigianali è realizzato da carte certificate PEFC™ o FSC™. Ciò significa che siamo vicini al raggiungimento del nostro obiettivo ambizioso di certificare tutte le etichette dei prodotti di questo segmento. Queste certificazioni garantiscono che la fibra di legno utilizzata nei prodotti è ottenuta legalmente e proviene da foreste gestite in modo sostenibile. In appena nove anni abbiamo aumentato il numero di etichette con certificazione da zero a oltre 850. Espandendo la nostra gamma di materiali per l'etichettatura con l'obiettivo di ottenere prodotti certificati al 100%, stiamo aiutando clienti e titolari di marchi a fare scelte sostenibili. ​</p><h2> <em style="color:#76b82a;">"Attualmente, oltre il 75% dei materiali di etichettatura utilizzati per applicazioni di vini, alcolici e bevande artigianali è realizzato da carte certificate PEFC™ o FSC™."</em></h2><p>     <br>Tuttavia, il materiale dell'etichetta è solo una parte dell'articolo. Utilizzando lo strumento Label Life, basato sul metodo della valutazione del ciclo di vita (LCA), valutiamo l'impatto ambientale associato ai nostri prodotti nel corso del loro intero ciclo di vita, dall'approvvigionamento delle materie prime alla fine del ciclo di vita. Inoltre, offriamo prodotti in carta ottimizzati dal punto di vista delle risorse per ridurre l'impatto ambientale e i nostri supporti in carta possono essere riciclati tramite il concetto di gestione degli scarti RafCycle.<br> <br>Ottenete maggiori informazioni su come le nostre soluzioni di etichettatura sostenibile per vini, alcolici e bevande artigianali <a href="/emea/it/solutions-and-services/labeling-solutions/wine-and-spirits/sustainable-wine-labels" target="_blank">aiutano clienti e titolari di marchi a raggiungere i loro obiettivi ambientali</a> e scoprite la nostra gamma completa di <a href="/emea/it/solutions-and-services/labeling-solutions/wine-and-spirits" target="_blank">soluzioni di etichettatura per questo segmento</a>.<br> <br>Potete inoltre leggere della nostra collaborazione con l'importante azienda vinicola italiana Cielo e Terra per comprendere meglio <a href="/emea/it/news/details/cielo-e-terra-and-upm-raflatac-cooperate-on-lifecycle-assesment-2016-3" target="_blank">l'impatto ambientale delle bottiglie di vino</a>.</p>
MUS Verpakkingen: test con una soluzione in film basato su componenti biologici per l'etichettatura delle lattinehttp://www.upmraflatac.com/emea/it/news/details/mus-verpakkingen-testing-a-biobased-film-solution-for-can-labeling-2017-4MUS Verpakkingen: test con una soluzione in film basato su componenti biologici per l'etichettatura delle lattine<p>​MUS, fornitore di chiusure e imballaggi metallici, ha collaborato con UPM Raflatac per trovare un'alternativa più sostenibile alla loro attuale soluzione di etichettatura. In passato, i prodotti MUS venivano utilizzati principalmente nei settori di sostanze chimiche e vernici, tuttavia oggi MUS fornisce un vasto assortimento di lattine, chiusure e aerosol per i settori cosmetico e alimentare. </p><p><img src="http://assets.upmraflatac.com/News%20images/2017/RafBio2-570.jpg" alt="" style="margin:0px;" /></p><p>Insieme a UPM Raflatac, MUS ha testato il nuovo materiale RafBio PE sul campo. Composto da etanolo di canna da zucchero, RafBio PE è un'alternativa sostenibile al film in PE standard e contiene oltre l'80% di materie prime rinnovabili a base vegetale. Questo materiale in film ecosostenibile riduce le emissioni di gas serra ed è riciclabile nello stesso processo di riciclaggio del PE composto da sostanze a base fossile. </p><p>Per la serie di prova, MUS ha etichettato lattine cilindriche da 1 litro con il film RafBio PE Clear FTC 85. MUS intendeva utilizzare il materiale per l'etichettatura RafBio anche per altri formati, poiché la gamma di lattine spazia da 125 mm a 5 litri. </p><p>Nell'UE, il tasso di riciclaggio delle lattine metalliche è pari al 70%. Le lattine metalliche possono essere riciclate indefinitamente, il che le rende parte di un'economia circolare. La possibilità di disporre di una soluzione di etichettatura sostenibile per le lattine metalliche va a vantaggio non solo dei clienti, ma anche dell'ambiente. </p><p>In quanto materiale rinnovabile, RafBio PE Clear FTC 85 sostituisce le materie prime a base fossile e riduce le emissioni di CO2 nell'identificazione e nella presentazione dei prodotti, dando luogo a materiali di imballaggio ecosostenibili. </p><p>"Il tasso di riciclaggio delle lattine nei Paesi Bassi è pari al 95%. L'etichetta RafBio PE rafforza ulteriormente la nostra offerta di prodotti contribuendo alla creazione di un prodotto estremamente sostenibile: qualcosa che un numero sempre crescente di clienti ritiene di fondamentale importanza", ha dichiarato Willem Mus, CEO di MUS Verpakkingen.</p><p>Oltre a testare questo nuovo materiale sostenibile per l'etichettatura, MUS ha anche aderito al programma RafCycle® di UPM Raflatac per riciclare i supporti in glassine. Dopo la raccolta, i supporti in glassine vengono trasformati in carta per riviste presso la cartiera UPM di Plattling in Germania. </p><p><a href="http://assets.upmraflatac.com/PDF/News%20and%20Publications/UPM_Raflatac_SuccessStory_Mus%20Verpakkingen.pdf" target="_blank"><img class="ms-asset-icon ms-rtePosition-4" src="/_layouts/images/icpdf.png" alt="" />Scaricate il case study » </a></p><p><strong></strong> <img src="http://assets.upmraflatac.com/News%20images/2017/RafBio-ladder.jpg" alt="" style="margin:0px;" /></p><p><strong>Cliente:</strong> <a href="http://www.musverpakkingen.nl/en/" target="_blank">MUS Verpakkingen </a><br><strong>Materiale dell'etichetta:</strong> RafBio PE Clear FTC 85 di UPM Raflatac</p><p>    </p><p>   </p>
Marsalkka: birra artigianale in lattina etichettata e riciclabilehttp://www.upmraflatac.com/emea/it/news/details/upm-raflatac’s-vanish-fit-for-labelling-recyclable-aluminium-beverage-cans-2016-3Marsalkka: birra artigianale in lattina etichettata e riciclabile<p><strong>​VANISH™ di UPM Raflatac: adatto per l'etichettatura di lattine per bevande in alluminio riciclabile in Europa</strong></p><p><span style="line-height:1.6;">Le lattine per bevande etichettate con il film VANISHTM di UPM Raflatac possono ora essere riciclate in Europa. Novelis, il primo riciclatore di lattine di alluminio al mondo, conferma che la </span><span style="line-height:1.6;">sottile etichetta VANISH™ da 23 micron si è dimostrata sufficientemente leggera da non influire sulla qualità dell'alluminio riciclato.</span></p><p>Il film in PET ultra sottile VANISH™ di UPM Raflatac consente tre funzionalità che in precedenza venivano considerate impraticabili o impossibili: l'etichettatura autoadesiva nelle lattine per bevande, la riciclabilità con lattine di alluminio e l'opportunità per i marchi di bevande di commercializzare piccoli lotti in maniera efficiente sotto il profilo dei costi.</p><p><img src="http://assets.upmraflatac.com/News%20images/2016/Marsalkka-recyclable-label-570px.jpg" alt="" style="margin:5px;" />​<br></p><h2>Efficienza dei costi e flessibilità per piccoli lotti</h2><p>Con il lancio di una birra artigianale in lattine di alluminio etichettate, che rientrano in un sistema di deposito rimborsabile per il riciclaggio, il birrificio finlandese Saimaan Juomatehdas è la prima azienda in Europa a impiegare il film VANISH™. Il sistema finlandese per il riciclaggio dei contenitori di bevande è noto per essere il più efficace al mondo. Le lattine che possono essere restituite con un deposito rimborsabile sono la categoria di contenitore maggiormente riciclata, con un tasso di riciclaggio che raggiunge il 95%.</p><p>In particolare, considerando anche che le lattine stampate direttamente non vengono prodotte in volumi contenuti, l'etichettatura autoadesiva diventa una necessità per produrre piccoli lotti di lattine in modo economico. Inoltre, le etichette autoadesive possono essere realizzate più velocemente rispetto alle lattine a decorazione diretta, consentendo ai produttori di bevande di adeguarsi in maniera flessibile alle richieste dei consumatori e di impegnarsi in attività promozionali senza rischiare di avere un eccesso di contenitori in giacenza.</p><p>"Saimaan Juomatehdas è impegnata sul fronte della sostenibilità, pertanto volevamo trovare una soluzione per i lotti di lattine più piccoli che fosse in linea con i nostri principi. Abbiamo studiato diverse opzioni e abbiamo scoperto il materiale di etichettatura VANISH™. Insieme a UPM Raflatac e ad Auraprint, una tipografia specializzata in soluzioni di etichettatura, abbiamo cominciato a studiare la possibilità di applicare questo materiale alle lattine riciclabili e ci siamo riusciti", spiega<strong> Jussi Laukkanen</strong>, CEO di Saimaan Juomatehdas.​​</p><h2>Livelli impressionanti di differenziazione</h2><p><img class="ms-rtePosition-2" src="http://assets.upmraflatac.com/News%20images/2016/Marsalkka-Vanish-label-150px.jpg" alt="" style="margin:5px;" />VANISH™ porta sulle bevande in lattina tutti i vantaggi estetici della tecnologia di stampa delle etichette autoadesive, specialmente a confronto con la stampa diretta tradizionale. Oltre all'impressionante look "no label", sono possibili nuovi livelli di differenziazione dei prodotti, grazie alle notevoli opportunità offerte a livello decorativo e alle finiture di altissima qualità, come la colorazione brillante e ad alto grado di lucido, la precisione dei dettagli e le immagini fotografiche. </p><p>"I nostri clienti finali nel settore delle bevande danno grande importanza al confezionamento del prodotto. VANISH™ è un materiale di etichettatura accattivante e incredibilmente versatile e rappresenta la scelta ideale per aziende come Saimaan Juomatehdas che intendono realizzare prodotti di alta qualità dal forte impatto visivo", afferma <strong>Tuomo Wall</strong>, Direttore della divisione Film di UPM Raflatac. </p><p>"Inoltre, VANISH™ costituisce una soluzione per la decorazione di lotti più piccoli di birra e altre bevande che è al tempo stesso economicamente sostenibile e rispettosa dell'ambiente. I titolari di marchi europei hanno ora a disposizione una soluzione riciclabile per una migliore presentazione del prodotto che rispetta il loro impegno e quello di UPM Raflatac per la sostenibilità".</p><p><strong style="line-height:1.6;">Per ulteriori informazioni, contattare: <br></strong><span style="line-height:1.6;">​Tuomo Wall, Direttore della divisione Film, UPM Raflatac</span></p><p> </p><p>    </p>
Cielo e Terra: valutazione dell'impatto ambientale sulle bottiglie di vinohttp://www.upmraflatac.com/emea/it/news/details/cielo-e-terra-and-upm-raflatac-cooperate-on-lifecycle-assesment-2016-3Cielo e Terra: valutazione dell'impatto ambientale sulle bottiglie di vino<p>​UPM Raflatac ha collaborato con Cielo e Terra, un'importante azienda vitivinicola, all'analisi del ciclo di vita (LCA) per valutare l'impatto delle bottiglie del vino sull'ambiente. Lo studio di ampio respiro ha preso in considerazione l'intero ciclo di vita delle bottiglie e degli elementi di confezionamento, ed è stato condotto in conformità con la norma ISO 14040/44. Lo studio sarà presentato il 12 aprile 2016 in occasione di un convegno organizzato nell'ambito di Vinitaly, la mostra internazionale dedicata al vino e alle bevande alcoliche.</p><p> <img class="ms-rtePosition-4" alt="Collaborazione tra UPM Raflatac e Cielo e Terra per la valutazione dell'impatto ambientale delle bottiglie del vino" src="http://assets.upmraflatac.com/News%20images/2016/UPM-Raflatac-Cielo-e-Terra-Freschello-Rosso-Vivo-w570px.jpg" style="margin:5px;" /> </p><p>"Il nostro obiettivo è conoscere meglio l'impatto ambientale dei nostri prodotti e collaborare con i nostri fornitori per trovare soluzioni innovative per ridurlo. Gli effetti dei nostri recenti investimenti in fonti di energia rinnovabili emergono chiaramente dai risultati della LCA" afferma <strong>Giampietro Povolo</strong>, Finance and Operation Manager della cantina Cielo e Terra. "Mettendo a confronto gli anni prima e dopo gli investimenti, si può rilevare una riduzione delle emissioni di gas serra del 10% e del consumo di acqua del 24% durante il ciclo di vita di una bottiglia."</p><p>La LCA ha dimostrato che la produzione di vetro ha l'impatto ambientale più significativo nel ciclo di vita di una bottiglia. Anche il consumo di energia elettrica e di combustibili in azienda, come pure i confezionamenti secondari e terziari inclusi scatole, pallet e film per imballaggio, sono significativi per diverse categorie di impatto sul ciclo di vita. </p><p>La responsabilità sociale d'impresa è da tempo un importante obiettivo per Cielo e Terra, che stampa già una parte significativa delle sue etichette su materiali prodotti da UPM Raflatac e certificati FSC e PEFC, a garanzia della sostenibilità della gestione delle foreste. Cielo e Terra partecipa anche al programma RafCycle lanciato da UPM Raflatac per il recupero degli scarti generati dalle etichette adesive con particolare riferimento ai supporti siliconati detti anche "glassine", che vengono inviati alla cartiera UPM di Plattling (Germania) per essere trasformati in nuova carta.</p><p>"La nostra collaborazione con Cielo e Terra su aspetti legati alla sostenibilità è iniziata con il programma RafCycle nel 2013", spiega <strong>Stefano Pistoni</strong>, End-Use Manager, Wine and Spirits presso UPM Raflatac EMEIA. "L'analisi congiunto LCA è la naturale continuazione di questo dialogo e un singolare esempio di come un produttore di etichette e un imbottigliatore di vino possano collaborare per migliorare la sostenibilità."</p><p> <strong>Per ulteriori informazioni, contattare:</strong><br>Stefano Pistoni, End-Use Manager, Wine & Spirits, UPM Raflatac EMEIA</p><p> </p><p> <strong>Ulteriori informazioni:</strong></p><ul><li> <a href="http://www.upmraflatac.com/emea/it/solutions-and-services/product-ranges-and-services/labellife">Scelte sostenibili basate sulla valutazione del ciclo di vita (LCA) più completa del settore</a></li></ul><p> </p>