L’economia circolare nel settore delle etichette

L’economia circolare nel settore delle etichette | UPM Raflatac

UPM Raflatac ottimizza l’uso delle materie prime lungo tutto il ciclo di vita progettando i suoi prodotti in modo ecocompatibile e offrendo soluzioni per il riciclaggio degli scarti delle etichette tramite il programma RafCycle®. Con tali iniziative essa offre una comprensione olistica del modo in cui la progettazione e le scelte relative ai materiali influiscono sulla riciclabilità dei prodotti, aiutando clienti e titolari di marchi a trasformare i rifiuti di ieri in preziose materie prime di domani. UPM promuove l’economia circolare, e le sue attività stanno influendo sull’evoluzione di tutto il settore dell’etichettatura. Il suo approccio attivo e pionieristico le consente inoltre, fatto ancora più importante, di tradurre le innovazioni tecnologiche in soluzioni di successo a livello commerciale, offrendo un valore di rilievo a clienti e titolari di marchi.

Il viaggio circolare parte dall’ecodesign

Il viaggio parte dall’ecodesign delle etichette. Tale impostazione consente a UPM di selezionare materie prime quali fibre certificate e film basati su componenti biologici, adatte alle esigenze di UPM, compiendo allo stesso tempo scelte sostenibili per le prestazioni lungo il ciclo di vita e la riciclabilità. L’ecodesign è in grado di promuovere la circolarità tramite scelte di progettazione che tengono conto di tutte le fasi del ciclo di vita, comprese le scelte relative a materie prime, produzione delle etichette, trasporto, stampa, erogazione e fine del ciclo di vita, in modo da fare sempre circolare prodotti, componenti e materiali con la massima utilità.

RafCycle® consente loop circolari

Tramite il programma RafCycle, UPM offre a clienti e titolari di marchi soluzioni di riciclaggio che conferiscono una nuova vita agli scarti delle loro etichette. I supporti cartacei possono essere desiliconizzati e riciclati in cellulosa e carta. Il riutilizzo delle fibre di legno riciclate in prodotti di carta rappresenta una soluzione a circuito chiuso e costituisce un brillante esempio di sostenibilità nella sua forma migliore. È inoltre possibile riutilizzare i sottoprodotti della realizzazione e della conversione delle etichette (rifiuti di rivestimento e taglio, rifiuti di matrici di stampa e materiali di supporto in PP) come materie prime per i prodotti compositi UPM ProFi®.

Le etichette contano: la collaborazione con UPM Raflatac consente a partner, titolari di marchi e clienti di trasformarle in una parte sostenibile del ciclo di vita dei prodotti.

Horizontal divider

​Scoprite ulteriori informazioni sull’economia circolare di UPM Raflatac in azione

Horizontal divider

 Novità sostenibilità

 

 

UPM Raflatac soddisfa i requisiti di etichettatura di articoli per la cura della casa con il lancio di un portafoglio globalehttp://www.upmraflatac.com/emea/it/news/details/upm-raflatac-meets-rigorous-home-care-labeling-requirements-with-portfolio-launch-2018-4UPM Raflatac soddisfa i requisiti di etichettatura di articoli per la cura della casa con il lancio di un portafoglio globale27/11/2018 11:00:00
UPM Raflatac firma l'impegno globale di New Plastics Economy promosso dalla Ellen MacArthur Foundationhttp://www.upmraflatac.com/emea/it/news/details/upm-raflatac-signs-up-to-the-new-plastics-economy-commitment-2018-4UPM Raflatac firma l'impegno globale di New Plastics Economy promosso dalla Ellen MacArthur Foundation29/10/2018 09:00:00
FruitMasters: ottenere benefici in termini di sostenibilità grazie all'innovazione delle etichette RAFNXT+ http://www.upmraflatac.com/emea/it/news/details/fruitmasters-gaining-sustainability-benefits-of-rafnxt-label-innovation-2018-3FruitMasters: ottenere benefici in termini di sostenibilità grazie all'innovazione delle etichette RAFNXT+ 03/10/2018 10:00:00