Etichettatura sicura dei prodotti alimentari

 

Tutti i materiali di imballaggio per i prodotti alimentari, comprese le etichette autoadesive applicate alle confezioni alimentari, devono essere conformi al regolamento quadro CE 1935/2004. I materiali destinati a venire a contatto direttamente o indirettamente con i prodotti alimentari devono essere sufficientemente inerti da

  • impedire il trasferimento di sostanze agli alimenti in quantità tale da mettere in pericolo la salute umana
  • impedire modifiche inaccettabili della composizione degli alimenti o un deterioramento delle loro caratteristiche organolettiche.

Il regolamento UE 10/2011 tratta tutti i materiali e gli oggetti in plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari. Il regolamento si applica a qualsiasi strato filmico degli imballaggi alimentari, incluse le strutture costituite da più strati e materiali.Le etichette destinate agli imballaggi alimentari sono considerate parte integrante di tali imballaggi. I frontali in film devono essere completamente conformi al regolamento. Gli adesivi e altri trattamenti devono essere conformi alle parti del regolamento applicabili. Sia le etichette con uno strato di materia plastica applicate direttamente sui prodotti alimentari che tutte le etichette applicate a imballaggi primari contenenti materie plastiche ora devono essere certificate con dichiarazioni di conformità (DdC).

I materiali cartacei devono essere conformi al regolamento quadro CE 1935/2004, alla legislazione nazionale degli stati membri e alle raccomandazioni BfR rilevanti. Al momento non esiste una legislazione comune per le carte a livello di Unione europea.

 

I regolamenti della Food and Drug Administration (FDA) e le raccomandazioni BfR non sono giuridicamente vincolanti in Europa. Negli Stati Uniti, invece, i regolamenti FDA sono obbligatori.

Il regolamento GMP sui materiali e gli oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari (regolamento CE 2023/2006) definisce le regole relative alle buone pratiche di fabbricazione per i gruppi di materiali e oggetti elencati nel regolamento CE 1935/2004, allegato I, tra cui adesivi, carta e cartone, materie plastiche, inchiostri da stampa, siliconi, vernici e patine. Il regolamento si applica a tutti i settori e a tutte le fasi di produzione, trasformazione e distribuzione di materiali e oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari. Le buone pratiche di fabbricazione sono destinate prevalentemente ai controlli dei sistemi di assicurazione della qualità e della documentazione e sono integrate nel nostro sistema di gestione della qualità ISO 9001:2008.

Documentazione essenziale

La Dichiarazione di conformità (DdC) è un documento formale che i produttori devono fornire per le materie plastiche destinate a venire a contatto con i prodotti alimentari. La DdC è necessaria salvo il caso in cui l'etichetta non aderisca all'imballaggio alimentare stesso o quando tra il prodotto alimentare e l'etichetta sia presente una "barriera funzionale" che impedisca la possibile migrazione. UPM Raflatac fornisce una serie completa di DdC per un'ampia gamma di materiali per frontali in film e adeguate informazioni di conformità sotto forma di DdC per adesivi e materiali per frontali in carta.

Nel documento di Dichiarazione di conformità forniamo "specifiche d'uso" basate sui test di migrazione eseguiti da un laboratorio esterno accreditato. Gli stampatori di etichette sono invitati a contattare gli uffici vendita UPM Raflatac per ricevere assistenza su come ottenere la documentazione, i suggerimenti e il supporto necessari.