Lo sviluppo sostenibile nelle partnership

Noi di UPM Raflatac ci impegniamo a ridurre gli impatti delle nostre attività e ci assumiamo la responsabilità per gli effetti che abbiamo sull'ambiente e sulla società nel suo complesso.

In Polonia, ad esempio, abbiamo sottoscritto una partnership ambientale con il WWF per la realizzazione di corridoi per i pesci attraverso le dighe dei fiumi. Abbiamo organizzato degli eventi per condividere i risultati dei progetti con i clienti invitati sul posto. Questa partnership è stata rinnovata nel 2014 e UPM Raflatac ad esempio, organizzerà un viaggio sul campo per consentire agli esperti del WWF di apprendere le migliori pratiche applicate in Finlandia.

In aggiunta alle partnership con ONG, UPM Raflatac collabora su progetti ambientali con i titolari di marchi che utilizzano i nostri prodotti.

Partnership con Masi Agricola e Unilever

Un esempio significativo di queste partnership è il programma di riciclaggio RafCycle implementato in Italia con il produttore vinicolo Masi Agricola. Lavorando localmente con un'azienda leader nel recupero della carta da macero, L.C.I., ci assicuriamo che lo scarto dei supporti utilizzati presso Masi sia raccolto e riciclato in nuova carta presso la cartiera di UPM Platting.

Secondo i nostri calcoli LCA, basati sugli scenari di produzione presso Masi, deviando lo scarto del supporto siliconato dalla discaricae, riciclandolo, permettiamo a Masi di ridurre le emissioni di CO del 26%.

Un altro buon esempio del nostro spirito collaborativo è la partnership con Unilever. Il nostro obiettivo comune è di ridurre l'impatto ambientale e operare scelte sostenibili durante la progettazione dei prodotti di etichettatura del futuro.

Collaborando con un'azienda produttrice di etichette leader a livello globale, abbiamo esteso il modello LCA di UPM Raflatac al fine di aiutare Unilever a intraprendere scelte informate per il futuro design delle etichette e per attività di approvvigionamento sostenibili.